cucire il cuoio

Posted On 31 Marzo 2019

Può sembrare che cucire sia una prerogrativa femminile (a parte la sartoria), ma fin dal paleolitico, saper cucire era una abilità di vitale importanza. Cucire non significa solo saper creare dei bei merletti, ma anche sapere come cucire insieme due materiali per pura sopravvivenza e con materiali di fortuna.

Avrai sicuramente notato che quando tiri via una cucitura dai tuoi vestiti ne porti via 4-5 con te. Questo perché le cucitrici industriali usano un metodo di cucitura chiamato “punto annodato”, che provoca appunto una reazione a catena quando un punto salta.

Se vuoi qualcosa che duri di più nel tempo, quello che stai cercando si chiama impuntura. Questa tipologia di cucitura è ad esempio usata da secoli dai fabbricanti di selle, cuando si rompe un punto, si rompe solo quello.

L’impuntatura è molto funzionale e può essere creata anche usando strumenti di fortuna, ed oltre a cucire il cuoio, può essere usata su altri materiali difficili. Tipo riparare uno strappo in una tenda, chiudere un buco nel sacco a pelo, o creare un fodero per un’accetta.

Per questo tutorial, andremo a cucire uno dei materiali più duri, il cuoio.

Iniziamo a cucire come un uomo.

strumenti da usare

  • 2 aghi da cucire
  • Filo cerato
  • Rompighiaccio/Punteruolo/ oppure martello e chiodi
  • Mollette per fogli/Pinze
  • Forchetta
  • Penna (opzionale)

Useremo Pelle bovina resistente, conciata al vegetale, questo materiale è più spesso di altri, ma se ci riesci con questo, puoi farlo con qualsiasi altra cosa. Puoi anche riparare i vestiti, i concetti e la tecnica base sono gli stessi.

preparare il cuoio

Spesso, la parte più difficle di quando si cuce il cuoio è tenere i due pezzi allineati per avere una cucitura lineare. Puoi tranquillamente farlo a mano libera, ma otterrai sicuramente un risultato migliore se li tieni bloccati con qualcosa.

Io userò delle mollette, ma tu puoi usare quello che vuoi, chiodi, nastro adesivo. Diciamo che le mollette possono essere più utili se stai riparando qualcosa poco maneggievole, come ad esempio una tenda.

Unisci le due parti ruvide del cuoio, allineale e bloccale con le mollette. Questo farà si che i fori siano ben allineati.

preparare i fori

Quello di cui abbiamo bisogno è qualcosa che ci permetta di creare fori a distanze uguali. Una forchetta è perfetta per questo lavoro. L’obiettivo è quello di fare delle impressioni sul cuoio per indicarci dove andremo a fare i fori. Piccolo trucco: fai solo tre impressioni alla volta, sovrapponendo l’ultimo e il primo, così sarai sicuro di avere la stessa distanza tra un foro e l’altro.

Se stai lavorando su un altro materiale, puoi usare la stessa tecnica con la forchetta, ma fai le impressioni usando una penna, o qualsiasi altra cosa che hai per le mani.

creare i fori

Un punteruolo sarebbe l’ideale per creare i fori, ma potresti essere a corto di materiali, chiodi e martello oppure un rompighiaccio possono tornare utili. La differenza sta che lo strumento giusto, il punteruolo, taglia il cuoio, mentre altri strumenti lo strappano.

Diciamo che con il punteruolo puoi creare una riparazione che duri di più nel tempo, ma ognuno può usare quello che ha a disposizione.

L’altra opzione è, appunto, chiodi e martello. Trova un tronco o un pezzo di legno dove poter lavorare il cuoio e assicurali insieme con 2 chiodi ai lati estremi. Da lì, usa il metodo della forchetta per creare le impressioni e i chiodi per creare i fori.

I coltelli non sono adatti a questo tipo di lavoro. Tu hai bisogno di un foro arrotondato, menyre un coltello ne crea uno oblungo. Ma se un coltello è l’unica cosa che hai a disposizione, usalo cercando di fare tagli verticali alle impressioni fatte con la forchetta.

Ora, crea i buchi forando il cuoio completamente. Dipendendo da quanto è doppio il cuoio o dallo strumento che stai utilizando, potresti aver bisogno di fare i fori da entrambi i lati. Se è così, premi con molta forza sul primo lato, così che dall’altra parte rimane impresso il segno.

creare i fori

Un punteruolo sarebbe l’ideale per creare i fori, ma potresti essere a corto di materiali, chiodi e martello oppure un rompighiaccio possono tornare utili. La differenza sta che lo strumento giusto, il punteruolo, taglia il cuoio, mentre altri strumenti lo strappano.

Diciamo che con il punteruolo puoi creare una riparazione che duri di più nel tempo, ma ognuno può usare quello che ha a disposizione.

L’altra opzione è, appunto, chiodi e martello. Trova un tronco o un pezzo di legno dove poter lavorare il cuoio e assicurali insieme con 2 chiodi ai lati estremi. Da lì, usa il metodo della forchetta per creare le impressioni e i chiodi per creare i fori.

I coltelli non sono adatti a questo tipo di lavoro. Tu hai bisogno di un foro arrotondato, menyre un coltello ne crea uno oblungo. Ma se un coltello è l’unica cosa che hai a disposizione, usalo cercando di fare tagli verticali alle impressioni fatte con la forchetta.

Ora, crea i buchi forando il cuoio completamente. Dipendendo da quanto è doppio il cuoio o dallo strumento che stai utilizando, potresti aver bisogno di fare i fori da entrambi i lati. Se è così, premi con molta forza sul primo lato, così che dall’altra parte rimane impresso il segno.

cucire la pelle

Ora che i fori sono pronti, andiamo a preparare il filo. Per il metodo dell’impuntura devi tagliare un pezzo di filo che sia 3 volte e mezzo la lunghezza del cuoio da cucire

Se il tuo filo non è cerato, questo è il momento di cerarlo, magari usando la cera di una candela. Per farlo, trattieni il filo tra i pollici e strofilalo con forza sulla candela, avanti e indietro per varie volte. La frizione farà si che il filo si impregni di cera e la cucitura durerà di più nel tempo.

Inizia con un ago ad ogni estremità del filo, dopodichè la prima cosa da fare è inserire il primo ago nel primo foro. Fatto questo tira il filo fino a metà, assicurati che i due aghi siano alla stessa distanza.

Il filo dovrebbe scorrere facilmente, ma dipende anche dalla grandezza dell’ago e del foro, se fa resistenza aiutati con delle pinze. Quando usi le pinze, tira l’ago perpendicolarmente, se lo fai in modo obliquo potresti spezzarlo.

Adesso comincia a disegnare degli 8 attraverso i fori. Prendi il primo ago ed inseriscilo nel secondo foro, prendi il secondo ago e fai la stessa cosa, ma dalla direzione opposta.

Continua così fino all’ultimo foro. Tira il filo fermamente ad ogni passaggio. Arrivato all’ultimo foro, farai una doppia cucitura per bloccarla. Ma prima di farlo dovresti valutare se l’ago ha lo spazio necessario per un secondo passaggio. Se fino ad ora non hai avuto problemi nel far passare l’ago, vai tranquillo. Ma sei hai avuto qualche problema, dovresti allargare un pò l’ultimo foro per assicurare un passaggio tranquillo.

Per terminare la cucitura, una volta arrivato all’ultimo foro, torna indietro per almeno un paio di fori, sempre usando lo stesso metodo ad 8 usato fino ad ora. Se hai problemi a far passare l’ago, allarga di poco i fori.

Una volta fatto, taglia il filo in eccesso.

Congratulazioni! Hai completato l’impuntura. Non sempre è bella a vedersi, ma è duratura e funzionale. Questa tua nuova abilità tornerà sicuramente utile quando dovrai riparare qualcosa durante i l campeggio, a bordo di una barca, o per sopravvivere ad una invasione di zombie.

Tutte le immagini appartengono a: artofmanliness.com

Written by jhxxedorutw

Related Posts

come lasciare una ragazza

come lasciare una ragazza

"Lo stato di Matteo è cambiato da Fidanzato a Single :(." La prima volta che l'ho visto su Facebook sono rimasto basito. Non solo Matteo era appena stato lasciato, ma doveva anche confrontarsi con la nuova realtà sociale, dove il suo stato viene condiviso in tempo...

olio per barba fai da te

olio per barba fai da te

olio per barba fai da te (tutorial)Così come ti prendi cura del malloppo di peli che hai sulla testa, dovresti fare la stessa cosa con quelli sotto il livello del naso. A tal proposito di consiglio di leggere anche questo articolo: come sistemare la barba. E questo...

james bond martini agitato non mescolato

james bond martini agitato non mescolato

James Bond martini agitato non mescolato Tutorial passo passoUna delle frasi che non sono mai cambiate in un James Bond è "agitato, non mescolato." Ma, esattamente, cosa c'è in questo cocktail? Molti di noi sanno che è un Martini con qualcos'altro, ma questo cocktail...

2 Commenti

  1. Anna Kristensen

    Il cuoio e un tipo di pelle che viene ricavato dagli animali abbattuti per scopi alimentari, che in seguito a un processo di trasformazione e lavorazione, viene conciato per poi essere destinato alla creazione di abbigliamento o accessori. Durante questa fase di lavorazione, assume delle caratteristiche assai elevati di igiene e di resistenza. Questa resistenza si denota nel momento in cui il cuoio va cucito, trovando particolari difficolta per chi si cimenta nel cucire a mano.

    Rispondi
    • jhxxedorutw

      Grazie per aver aggiunto questa preziosa informazione all’articolo.

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This